E’ una domenica come tante, siamo stati a camminare in montagna, a fare il picnic. Tornando ci fermiamo in un paese della pedemontana. C’e’ una sagra. C’e’ anche una gara per bambini, uno di quei percorsi multipli, con varie prove. Non so come mi convincono a partecipare, io che gia’ solitamente rifuggo il clamore. Sono emozionato, ma lo sono sempre in certe situazioni, per cui ci sono abituato. Il miglior tempo e’ di un minuto e 53 secondi. Non ho la minima aspettativa, solo provare. Chiamano il mio nome, sono tra gli ultimi. Mi danno il via. Parto. Sono piccolino, ma velocissimo, lo sono sempre stato. Passo come un fulmine attraverso dei larghi tubi. Devo ora  afferrare con la bocca una mela che galleggia in una bacinella. Niente, non ci riesco, ma dopo 15 secondi ti danno il via per proseguire. Il canestro e’ quello che mi preoccupava di piu’. La palla si stacca dalle mani. Canestro al primo tentativo. Penso che sia un colpo di culo. Ora devo segnare in una porta piccola. Rete al primo tentativo. Ora c’e’ la corsa con slalom e piccoli ostacoli. Qui ho pochi rivali. Taglio il traguardo. Non credo alle mie orecchie. Ho finito in un minuto e 21 secondi. Ci trasferiamo tutti in una grande sala per la premiazione. Ci sono un sacco di giocattoli bellissimi. Io sono il primo e ho facolta’ di scegliere per primo. Mi applaudono. Guardo il vasto tavolo ricolmo di cose che ti fanno sgranare gli occhi. Poi lo vedo, e non so ancora perche’ prendo quello, non capisco ancora cosa dovessi dimostrare. E’ un libro. L’ultimo dei Mohicani. Prendo quello e me ne torno a sedere. Ma sono senza gli occhi. Quelli li ho lasciati su un bowling con i birilli colorati di plastica con i numeri sopra.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a

  1. Scic ha detto:

    complimenti!
    ma i birilli!!!

  2. tram7 ha detto:

    hai toppato la mela, però!
    dai che sapevi di vincere!
    kiss

  3. metallicafisica ha detto:

    WONDER sysjena!!!!!

    un paio di occhietti di vetro???****

  4. giarina ha detto:

    stavo per alzarmi per fare una ola, ma caspita, i birilli…
    ma come si fa!

  5. katiaz ha detto:

    Avevo veramente voglia di leggerti.
    Io avrei fatto lo stesso, avrei preso il libro, ma avrei lasciato gli occhi sui birilli.
    Separati alla nascita?:))

  6. lunadanzante ha detto:

    Col senno di poi direi che il libro è rimasto tutta la vita, i birilli dopo un po’ avrebbero preso il volo… il libro si legge da solo, coi birilli è bello in molti all’ultima sfida… :)) chi sa dirlo Andrea? Sai, credo che poi in fondo la cosa davvero importante è ricordare :))
    Ero rimasta un paio di post indietro (il lavoro è una angoscia) e…. è molto dolce leggerti :)))
    La notte a me vengono in mente un sacco di cose meravigliose, e mi rammarica non essere abbastanza sveglia per scriverle… la mattina, sono sparite :)))
    Un abbraccio Luna

  7. lacenere ha detto:

    non so se hai fatto bene

  8. silenes ha detto:

    …ottima scelta…

  9. astrifiammante ha detto:

    io avrei decisamente scelto per i birilli, c’è sempre tempo per i libri…
    per il gioco un po’ meno!
    ma va bè, certamente hai fatto un gran figurone!!!
    un bacio! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...