Talvolta mi capita di sentire improvvisamente una sorta di miniaturizzazione involontaria. Gia’ non propriamente &quot;vasto&quot; a volte mi sembra di rimpicciolirmi, davanti ad eventi, a persone, od a momentanea inadeguatezza auto-indotta. In quel mentre, come una formica, ho la sensazione di poter essere calpestato da un momento all’altro, e mi affido semplicemente alla fortuna, che un piede non capiti proprio sopra di me mentre passo. Ma il rischio dello schiacciamento e’ prevaricato dal profondo disagio morale, da una sensazione di impotenza sulle cose, da pensieri che sembrano momentaneamente sciogliere l’autostima faticosamente costruita, e poi neppure cosi’ bene, che la protezione civile mi ha gia’ chiesto piu’ volte le certificazioni antisismiche, che non ho. Non ho neppure le certificazioni anti-lupo, che quello se passa e soffia, sai che fine fa la mia autostima. Poi penso che in realta’ tutti andiamo in bagno, che tutti dovremo morire, e mi chiedo a cosa serva leggere libri che mi rompono le palle, ascoltare musica noiosa, o persone altrettanto noiose, passare il tempo a fare cose che dovrebbero farmi crescere, ma che una volta nella tomba si dissolveranno come un nulla di fatto. Mica posso portarmela dietro la conoscenza. E che mi frega lasciare una traccia, se poi io non ci sono. Assolutamente epicureo sulla filosofia della morte, quando ricomincio a crescere mi chiedo se Alice provasse la stessa cosa. Non posso espandermi poi tanto, rimango un uomo (eh si…forse non sono piu’ un ragazzo) piccolino, ma con un microcosmo accettabile, e se riesco mi consegno all’edonismo, od a quello che riesco a fare. Puntello l’autostima e mi ingozzo di cioccolata.<br />
<br />
<img align=”cssCenter” alt=”” style=”margin: 0px auto 10px; display: block; text-align: center;” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2007/03/dna.jpg&#8221; />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

10 risposte a

  1. giarina ha detto:

    eh sys…come ci si sbaglia, a volte! davvero, ti credevo più grassoccio.
    :))))
    per l’autostima ci vuol una patente speciale. devi saperla guidare ad occhi chiusi e non è poi così facile.

  2. Scic ha detto:

    la nostra missione è godere..

  3. metallicafisica ha detto:

    io mi chiedo sempre… se tutto finisce perché devo fare la brava????

    OT: voglio pure io la foto che hai mandato a giarina dove non sei grasso, ecco!!!! Mary si è arrabbiata:)********

  4. sysjena ha detto:

    ….Sab…Giarina si riferiva a quella del post……;-)))

  5. NYBRAS ha detto:

    Anche io avevo dei problemi con l’autostima, ma adesso che mi hanno montato il nuovo contatore digitale con tele-lettura in remoto, niente più conguagli. :/ Ora mi dedico all’autoerotismo mentale, all’autodafè, all’auto-d’istruzione… 😦 che dobbiamo fare, aspettando l’estinzione?

  6. ezraz ha detto:

    salut!
    bacibà

  7. metallicafisica ha detto:

    apperò…. hai cambiato sesso??? allora ti mando solo i ragazzi, d’ora in poi!!!:)

  8. Ricconne ha detto:

    ti cucinnerò quallcossa di buonno.

  9. mata63 ha detto:

    I puntelli di cioccolata ( rigorosamente fondente ) per l’autostima sono un toccasana. :o)

  10. astrifiammante ha detto:

    ciao andre, oggi ho comprato il cioccolato fondente all’arancia e ho pensato che da oggi in poi non ho più bisogno di un uomo…
    che godimento…
    ma ora sei espanso o ancora piccolino?
    dai coraggio, a volte capita di sentirci minuscoli, se poi ti metti anche ad essere epicureo pensando alla morte…
    un abbraccio!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...