Il ritorno. Forse non e’ ancora del tutto routine, ma i ritorni in fondo non fanno che conclamare, reiterare un gia’ fatto, un gia’ detto, un gia’ vissuto. Ma l’assenza stessa e’ una reiterazione, se non si santifica con la novita’. E tutto assume il sapore della replica, del deja-vu, e si puo’ sorridere, perche’ non potrebbe essere diversamente, ma la calma e la gioia con cui affrontiamo tutto non sono che un’abitudine, un modo di porsi, una convenzione consolidata e resa parte di noi. Poi rimane questo sapore metallico, quando tutto torna nella normalita’ assoluta. Viviamo nelle normalita’, di cui varia solo l’intensita’, come se le cose dipendessero da rivoluzioni planetarie. Cambiano i tempi, ma in fondo e’ pur sempre un girare. Giornalmente giriamo attorno a noi stessi. ma nel farlo giriamo attorno ad un sole, che volta per volta ci scalda diversamente, ma ci assicura che ritornera’ con la stessa inclinazione dei suoi raggi. La vita oramai e’ cosa acquisita, ed a nulla serve il desiderio di essere Plutone, per &quot;una vita&quot;.<br />
<br />
<img align=”cssCenter” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2007/04/plutone.jpg&#8221; style=”margin: 0px auto 10px; display: block; text-align: center;” alt=”” />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. Scic ha detto:

    belle considerazioni. di grande “intensità”

  2. metallicafisica ha detto:

    Quel sapore metallico è indispensabile… ed è più buono di quello del pecorino di Pienza del quale ne ho comprate tre varietà…:)*****

    ps: meglio Plutone di Plotino o Platone?
    baci e buon rientro alla “normalità”*****

  3. mata63 ha detto:

    Il mio rientro alla normalità è molto lento. Sto ancora digerendo quello che ho ingurgitato in questi giorni… :o)

  4. whathefuck ha detto:

    Giornalmente giriamo attorno a noi stessi. ma nel farlo giriamo attorno ad un sole, che volta per volta ci scalda diversamente, ma ci assicura che ritornera’ con la stessa inclinazione dei suoi raggi.

    non mi fido delle sue rassicurazioni… 🙂

  5. sysjena ha detto:

    …Plutone ha un periodo di rivoluzione di 248 anni (fa meglio Eris…il pianeta nuovo…ma chi lo conosce..??). Prima che torni pasqua ce ne vuole….
    :-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...