Venerdi sera nel ridotto del teatro il saggio della scuola di musica. Miki l’ha fortissimamente voluto. Suonera’ in frac. Basta guardarlo quando lo indossa, per capire che la felicita’ alberga da lui. Il saggio parte, tra i soliti alti e bassi. A mio padre scappa un commento sussurrato dopo la prestazione di un violinista. &quot;Bisognerebbe sparargli&quot;. Poi, neanche annunciato, ecco che entra Miki. Il brusio si placa immediatamente, perche’ l’impatto visivo e’ particolare. Questo ragazzone dalla capigliatura alla Angela Davis, la carnagione che le signore bene rincorrono nei solarium….ed il frac. Si siede e facendolo lancia le code, in un movimento gia’ studiato. Un attimo davanti alla tastiera e poi parte. Il terzo movimento della K331 di Mozart, la – Marcia &quot;alla turca&quot;, un pezzo tutta tecnica, che lui interpreta alla sua maniera, ad una velocita’ spaventosa. Lui ha questa caratteristica, adora i pezzi velocissimi, e se lo sono poco, li velocizza lui. Vedere le mani che si muovono come impazzite sulla tastiera. La gente e’ colpita dalla velocita’e dalla tecnica. Miki prosegue imperterrito. E’ un pezzo da oltre 4 minuti, che certamente alla sua velocita’ si riducono, ed e’ un pezzo molto faticoso, che alla fine gli fanno sempre male le mani. E’ un pezzo implacabile, basta una nota fuori posto e se ne accorge chiunque, non e’ possibile nascondere l’errore. E di errori ne fa due, ma si perdonano (aveva anche fame……), dopotutto lui fa mezz’ora di corso alla settimana e mezz’ora di solfeggio. Alla fine e’ quasi un’ovazione. Lui sorride, perche’ lui sorride sempre. Un piccolo inchino, ed anche questa e’ andata.<br />
<br />
<img align=”cssCenter” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2007/06/mozart2.jpg&#8221; style=”margin: 0px auto 10px; display: block; text-align: center;” alt=”” />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

10 risposte a

  1. anonimo ha detto:

    e bravo miki!, mozart è favoloso 🙂

  2. Ecate_ ha detto:

    Ce l’avevo praticamente davanti, mentre suonava … ;-)*******

  3. Scic ha detto:

    Complimenti. C’eravamo anche noi. 😉

  4. MariaStrofa ha detto:

    Mi unisco ai complimenti.

  5. metallicafisica ha detto:

    Un Miki in frac, grandioso… applausi!
    Orgoglio di papone, neh?***

  6. sysjena ha detto:

    WHATH. E pensare che a me piacciono i pezzi lenti….:-)
    ECATE_. Era solo da vedere…il berbero in frac….:-)
    SCIC. Grazie…..:-)
    MariaS. pero’ mica l’avete sentito…;-))))
    SAB. Ero piu’ emozionato io….mi sa…:-)

  7. metallicafisica ha detto:

    Togli pure il “mi sa”:)****

  8. mata63 ha detto:

    Bellissimo resoconto!!! Il tuo Miki farà strada.
    Un bacio a te e a lui. M.

  9. Yoga ha detto:

    Accidenti quanti progressi che ha fatto!!!! Io ho una visione di Miki “vecchia” ma sicuramente in frac stava benissimo. Complimenti!!!!!!PS: ti quanto ti sei alzato quella sera????????Mille baci by Syl

  10. Barba ha detto:

    Queste sono le cose che rendono orgoglioso un genitore. Non solo perchè suona, non solo perchè è stato bravo, ma perchè suonare ad un certo livello richiede impegno ed un ragazzo che si impegna non ha tempo per perdersi con altre cose di cui non ci sarebbe da essere orgogliosi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...