Scivoliamo, forse troppo velocemente. Mi ricordo questo periodo quando ero bambino, quando mi sembrava che il tempo fosse cosa mia, quando le giornate si dilatavano apparentemente lente. Quando il semplice alzare le tapparelle e trovare il sole ad aspettarti ti riempiva di una gioia tanto elementare quanto assoluta. Guardavo fuori, e sapevo che quel giorno era mio, completamente mio. E mi interrogavo sul modo migliore per spendere il mio tempo. E mi sembrava di avere una eternita’ davanti a me, perche’ i giorni sembravano susseguirsi piu’ calmi, o forse semplicemente avevo molto meno dietro, e di conseguenza il passato sembrava colmo di me e dei miei ricordi, magari inizialmente confusi, ma poi sempre piu’ dettagliati, e soprattutto cosi’ belli. E mi mervigliavo davanti alla varieta’ delle giornate; mai una uguale all’altra, mai la possibilita’ di annoiarmi, mai l’idea dei circoli viziosi. Ed i sogni erano grandi, e ti riempivano gli occhi, e ne parlavi agli amici come se si gonfiassero in bocca e si materializzassero nell’aria che tremava per il caldo. Li raccontavi con orgoglio, come cosa certa, e ti sentivi aprire dentro, come non esistessero confini che potessero contenere quello che eri e quello che volevi essere. Ma poi il tempo ha accelerato, i sogni si sono complicati, e sono cominciati i cerchi. Eppure se scrivi di quegli attimi, anche se per un solo momento, anche se sei diverso adesso, la senti quella felicita’, ti senti ancora aprire, ti senti ancora proprietario del mondo. Mark Twain aveva ragione.<br />
<br />
<img align=”cssCenter” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2007/06/6c6dfbefc403dc79c92b692a2c74cbbb.jpeg&#8221; style=”margin: 0px auto 10px; display: block; text-align: center;” alt=”” />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a

  1. metallicafisica ha detto:

    Atamattina c’è un bel sole: vuoi che porti i soldatini o le biglie, sys?******

  2. sysjena ha detto:

    MF….le biglie…quelle monocolori…che gli diamo un punteggio diverso….:-)))

  3. metallicafisica ha detto:

    Okay ma non si sa mai che tu bari… io le frecce le porto:)

  4. whathefuck ha detto:

    “Che cosa faceva Dio prima di creare il cielo e la terra?”
    “preparava l’inferno per coloro che fanno certe domande”

  5. mata63 ha detto:

    Il sole induce questo genere di riflessioni… :****

  6. Allegra ha detto:

    l’infanzia . nel paradiso saremo tutti bambini . credo che la felicità nell’infanzia sia nel credere che tutto possa accadere e nel non pensare alla fine delle cose

    baci baci

  7. Scic ha detto:

    già. il potere del sole. e di quando si è piccini.

  8. sysjena ha detto:

    MF. Sempre stato onesto nelle competizioni…tanto ti stronco uguale…;-))))
    WHATH.Be’…insomma…S.Agostino fa rizzare i capelli a Twain…che diceva che bisognerebbe nascere ad 80 anni, e poi regredire verso i 18….
    MATA. Induce di piu’ il lunedi’….;-))))
    ALLY. Ci fosse ‘sto paradiso, forse starei meglio….:-)
    SCIC. Che bello quando ti venivano a chiamare per giocare….:-)))

  9. whathefuck ha detto:

    uhm. lo penso anche io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...