Vorrei congelare l’attimo, quello che viene definito presente, ma che di per se e’ un paradosso. Fermarmi in equilibrio in un punto, in cui il passato, i ricordi, non abbiano importanza, ed il futuro, sogni e speranze, ed in fondo illusioni, non esistano neppure. Fare in modo che il tapis roulant del tempo si fermi. L’attimo e’ piccolissimo, probabilmente non ci stanno due piedi, per cui bisogna rimanere in equilibrio su uno, e non e’ facile. Si assume una posizione da fenicottero con le ali spiegate, e si traballa, ma talvolta l’assenza, il vuoto, il nulla sono necessari. L’incontro tra i due paradossi, il nulla ed il presente, potrebbe generare dell’antimateria, chissa’, ma al momento non ha importanza, perche’ e’ giusto un attimo, una soggettiva particella di coscienza che si autocelebra annichilendo i contesti. Poi il nastro del tempo riprende, e siamo costretti a guardare avanti ed indietro. Piu’ avanti, perche’ le illusioni del futuro non sono ancora diventate delusioni del passato. Ed e’ lecito modificare nelle nostre aspettative la realta’ che deve venire, e che per questo puo’ ancora subire l’onta, o la santificazione del destino, degli accadimenti. E’ l’unico modo per sottrarsi ad una sorta di inevitabilita’. Per cui continuiamo a sognare.<br />
<img align=”cssCenter” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2008/05/tempogh8.jpg&#8221; style=”margin: 0px auto 10px; display: block; text-align: center;” alt=”” />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a

  1. metallicafisica ha detto:

    E come si farebbe, altrimenti senza concedersi UN attimo di sogno?
    congelamus!!! (però non troppo, magari a gennaio?:)***

  2. anonimo ha detto:

    Con una settimana come questa, chissà il delirio di venerdi….
    Per congelarsi, vieni qui che le temperature sono spaventosamente basse. Bon appétit

  3. Scic ha detto:

    l’importanza delle modifiche in corso

  4. katiaz ha detto:

    Io non guardo quasi mai avanti, o meglio, mai “troppo” avanti, preferisco guardare al passato per evitare di perdere l’equilibrio nel futuro.
    Per il resto cammino a piccoli passi “fenicotterando” di tanto in tanto…
    Baci
    Katia

  5. sysjena ha detto:

    SAB. Ma ogni tanto un po’ di “assenza” non farebbe male….:-)
    MARYC. Forse se ci fosse il sole andrebbe tutto meglio….:-))
    SCIC. Volontarie od involontarie…?? 🙂
    KATIAZ. Ognuno vive nel suo reale…sempre che si possa considerare tale…:-)
    RICCONNE. Se arrivo a 10 mi regalate un viaggio ?

  6. TheSupergirl ha detto:

    Beh ogni tanto fa bene fermarsi. Far finta che intorno a noi non c’è niente. Tipo sul molo a guardare il mare infinito e godendosi il sole. Io lo faccio spessissimo. rigenerante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...