Archivi del mese: giugno 2008

Ogni cosa ha il suo prezzo. Ieri sotto sera mi sono messo a raccogliere i lamponi, che abbiamo vicino all’orto. Io adoro i lamponi, mi piacciono tantissimo. Mi portavo dietro una leggera lombaggine, roba da poco (sapete…l’eta’…) che mi era … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Eravamo in molti in quel salone, e di fianco altre sale piu’ piccole. Cominciarono a piovere ghiaccioli, strana grandine cilindrica. Guardavamo dalla vetrata enorme dell’ingresso. Poi i ghiaccioli aumentarono di dimensione, in maniera abnorme. Ci ritirammo tutti verso l’interno. Ora … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

MI INVENTO UN’ATTESA<br /> <br /> Mi invento un’attesa,<br /> per poter aspettare qualcosa,<br /> per vivere il solito guardando oltre,<br /> per credere che la consuetudine sia un passaggio,<br /> per sperare che l’accadimento sia caricato dal tempo,<br /> … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

Tempo metereologico che influenza il tempo cronometrico, e tutto sembra invischiarsi, in una miscela eterogenea quasi inguardabile, e sicuramente evitabile. Umori tendenti all’umido, quasi di nebbia, dove tutto appare sfumato e niente e’ nettamente identificabile. Si va a tentoni, a … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

<font color=”#ff0000″><strong>DELIRIO DEL VENERDI</strong></font><br /> Divora la pancia, annoda l’esofago, aumenta il battito, confonde il respiro. A volte mi chiedo se l’ansia sia ereditaria, perche’ sembra che da parte di padre ne soffrissero in molti. E’ terribile quando ti prende … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 9 commenti

A volte il semplice vivere e’ difficile. E’ un periodo che mi sento terribilmente inadeguato, in cui maledico i miei limiti ed il modo in cui sono fatto, o meglio, maledico il modo in cui mi sono fatto. Sapevo di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

Non capisco, per tutti e’ normale, ma io non capisco. La comunita’ europea ha spostato da 48 a 60 ore il massimo che si puo’ lavorare in una settimana. Trichet, il presidente della banca europea, ha detto ancora una volta … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 7 commenti