<font color=”#ff0000″><strong>DELIRIO DEL VENERDI</strong></font><br />
Stamattina e’ un disastro. Tutto cio’ che mi viene in mente di scrivere e’ qualche cosa che puo’ generare amarezza agli altri ed autodisprezzo. Ci sono giorni in cui ci si sforza di pensare positivo, ma le immagini che ci appaiono rappresentano invece una sorta di incubo della mente. Inevitabile arriva l’allontanamento dei pensieri malvagi, ma e’ un allontanamento che necessita della costruzione di barriere che siano invalicabili, almeno per il tempo della digestione dei residui lasciati. Ecco che allora mi assento dal pensiero razionale, per immergermi in una sorta di grande finzione, e pur essendo un pessimo attore, sopravvivo sul palco. Certo i monologhi sono il mio forte, in considerazione che sono pubblico di me stesso. Ma e’ quando interagisco con gli altri attori che emergono i limiti. Certo, la parte la conosco, ma nel contempo la misconosco, e metto in imbarazzo gli altri attori, pur non volendolo assolutamente. E cosi’ vedo i loro visi perplessi, il che equivale ad una bocciatura, essendo loro attori e pubblico. Ed allora lascio il palco, e dietro le quinte ripenso alla recita, e quella barriera che avevo costruito sembra sgretolarsi sotto la pressione dei pensieri malvagi, che non hanno mai smesso l’assedio. Lo so, devo recitare spesso, devo imparare ad essere credibile, e verificare sempre che le barriere siano integre. Ed attendere con pazienza di potermi togliere i vestiti di scena ed immergermi nel palco infinito del mondo, davanti ad un pubblico che non ha bisogno di parole inutili.<br />
<br />
<img align=”cssCenter” alt=”” style=”margin: 0px auto 10px; display: block; text-align: center;” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2009/09/theatrespotlight460.jpg&#8221; />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. Scic ha detto:

    ci vorrebbe un pubblico di soli sysjena. 🙂

  2. timeline ha detto:

    quando è così
    non resta che allontanarsi da se stessi
    sperando che prima o poi passi

    [anche se non passa quasi mai]

    buonwe*

    Blue

  3. anonimo ha detto:

    ” vano delle scene il diletto ove non miri a preparar l’avvenire”
    ciao buon we
    V.

  4. sysjena ha detto:

    SCIC. Ma oramai anche i fischi non mi fanno piu’ effetto…;-)))
    BLUE. Il suicidio non e’ assolutamente previsto al momento…;-))))))))
    VINCE. Oramai ho l’impressione di vivere gia’ quello che era avvenire…sigh…;-))) (..e’ un piacere sentirti….:-)) )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...