Ho portato il carrello vicino alla macchina ed ho riempito le borse. Piove, non molto forte, ma non ho aperto l'ombrello. Devo riportare il carrello e la pioggia sembra un attimo aumentare. Ragiono un attimo se aprire l'ombrello, vecchio e scassato, o se benedirmi un po'; poi opto per l'asciutto e preso l'ombrello, con l'indice della mano destra vado a premere il bottoncino dell'automatico. Avverto una scossa elettrica e poi un dolore intenso. Mi guardo la mano destra e l'indice e' completamente ricoperto di sangue, che sta gocciolando copiosamente a terra. &quot;Cazzo&quot;, penso, o forse anche dico, mi si e' aperto un dito. Rammento che l'ombrello ha almeno una stecca rotta. Vago qualche secondo indeciso sul da farsi, se tornare del negozio per medicarmi, od arrangiarmi. Una persona gentile mi chiede se voglio un fazzoletto, al che rientro nel mondo razionale e ringraziandolo gli dico che ce l'ho. Mi avvolgo il dito che continua a perdere, e comincio a pensare se andare al pronto soccorso. Mi guardo il dito un po' ripulito dal sangue, e vedo solo un piccolo foro all'altezza della falange prossimale. Tutta la mia teoria sulla dinamica dell'incidente sparisce istantaneamente. La stecca mi e' entrata letteralmente nel dito fino al'attacco della mano e poi e' uscita. Io cicatrizzo alla svelta, e poco dopo non sanguino piu. Me ne torno a casa. Il dito comincia a gonfarsi, ma la cosa piu' preoccupante e' che una parte e' completamente anestetizzata, come quando ti fanno l'anestesia per curarti i denti. E' ancora cosi', oggi vado dal dottore, forse si e' leso qualche nervo (da qui la scossa), perche' a volte, toccando sul palmo dove si innesta il dito avverto come una tempesta elettrica. Ma mi manca la dinamica dell'evento…che se non capisco le cose mi inquieto.<br /><br /><img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2010/04/919964e54fe0205a129181b3ede56a41_medium.jpg&#8221; style=”width: 295px; height: 297px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” /><br />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a

  1. Scic ha detto:

    e be'. anch'io nel tuo caso sarei curioso. anzi, lo sono. quindi fammi sapere quando avrai ricostruito la dinamica dell'evento.

  2. Morfea77 ha detto:

    otre a sapere com'è andata…facci sapere che tutto va bene eh…che mi preoccupo

  3. ioEilidh ha detto:

    Sicuramente la stecca ha in qualche modo toccato il nervo, è bene accertare l'entità del danno, poi essendo una ferita profonda, anche se piccola, dovresti fare l'antitetanica se non sei vaccinato.Curati e facci sapere…Un abbraccione

  4. anonimo ha detto:

    Anche se anonimi passanti dalla piazza, quali noi siamo, l'attenzione che tutto si risolva al meglio, senza alcuna conseguenza. Auguroni, sinceramente!

  5. sysjena ha detto:

    SCIC. Ho la vaga sensazione che rimarra' un mistero…quasi quasi chiamo Grissom….;-))MORFEA77. E' pur sempre solamente un dito….:-)))ioEilidh. Il mio medico…che ho rivisto dopo tanto, mi ha solo dato degli antibiotici ed ha detto di aspettare…ANON. Grazie mille…:-))))

  6. timeline ha detto:

    …non esistono perchè…doveva accadere…lo dico per esperienza pregressa :)e anche perchè arrovellarmi – all'epoca – mi aveva fatto più male dell'evento stesso :))))bacio e augurissimiBlue

  7. sysjena ha detto:

    BLUE. Ma io sono fatto cosi'….devo cercare il motivo…non ho ancora gettato l'ombrello proprio per questo…anche se sinceramente mi fa un po' paura…;-))))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...