Siamo noi che facciamo grandi le cose, gli avvenimenti, le sensazioni. In realta' tutto e' un soffio, poco piu' di un soffio. La stessa vita e' un vago alito di vento, di cui serbiamo il fresco scorrere sulla pelle. E' questa sfumata sensazione che ci regala la percezione del viaggio, che ci dona l'idea di stare camminando, di avere la strada sotto i piedi ed il pieno controllo del nostro andare. E perche' tutto sia normale, non possiamo fermare questa illusione, se non quando le capacita' di sognare verranno definitivamente rapite dall'inesistenza. E durante il nostro viaggio e' pericoloso fermarsi e pensare a quel destino. Allora togliamo l'attenzione da quel termine, perche' nel nostro piccolo mondo il viaggio non si vesta di inutilita'. E nella dolce menzogna possiamo esagerare, sperando che almeno i nostri pensieri possano viaggiare oltre noi.<br /><br /><img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2010/08/writing.jpg&#8221; style=”width: 285px; height: 429px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” /><br />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a

  1. qwe ha detto:

    foto fantastica e disanima del cammino che la rispecchia in pieno…come si fa a pensare alla meta quando ogni passo racchiude in sè una potenzialità enorme?Il pensiero di quello che sarà troppo spesso ci toglie il godimento del qui ed ora…lieto di essere inciampato nelle tue parole…

  2. biondograno ha detto:

    ..noi viaggiatori del tempo nel tempo che non ci è manco compagno se per tutto il "tempo" lo guardiamo come nemico…..hai ragione sul viaggio del pensiero.. ed è lì che ci si intorta, affidando troppa responsabilità al nostro seppur inerme e "innocente" pensiero…lui che da noi …vorrebbe molto molto molto altro.un abbraccio.m.

  3. Morfea77 ha detto:

    è stravero…siamo noi fautori di noi e del nostro cammino…

  4. timeline ha detto:

    nel viaggio siamo come un granelloun granello in cerca di sènel viaggiare portiamo con noi tutta la nostra forza e la fragilitàin una incessante scopertasempre in divenire….un sorrisoBlue[ bello sapere che tu e qwe vi siate incontrati ]

  5. sysjena ha detto:

    QWE. Lieto del tuo inciampo….:-)))…purtroppo il qui e l'ora troppo spesso sono incatenati dalle convenzioni..e se si pensa che non ci sia una meta…be'…allora tutto diventa difficile…almeno il pensiero….:-)))MONIC. E' probabile che il tempo non esista….lo chiamiamo in ballo per darci delle spiegazioni….ma in fondo e' probabilmente solo una convenzione….bisognerebbe imparare a vivere senza tempo….:-)**MORFEA77. Si….quasi sempre…..quasi……:-)**BLUE. Il mio dilemma e' il significato del prima quando si arrivera' al dopo…:-)***ALLY. Ho gia' esiliato il pensiero….;-))))**

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...