Una lamina di sole taglia l'ombra sulla tastiera. Soprattutto la &quot;Z&quot; ne e' illuminata, lei, solitamente negletta, l'ultima, per un attimo l'illuminata. Ma la terra gira, e la lamina si sposta, con una velocita' inaspettata. La fila centrale, ed ora, mentre guardo, sale ancora, ed ecco che la &quot;Q&quot; diventa la prescelta. I numeri attendono frenetici, mentre la &quot;Z&quot;, tornata nell'ombra, ricorda l'attimo. Comincia l'eclissi della &quot;Q&quot;, mentre i numeri esultano. La lamina e' un po' sghemba, e chi ne trae vantaggio e' l'1, che finge di ignorare la backslash, la barra retroversa, sotto la pipe, cosi' pomposi quei due in quel tasto, e cosi' illuminati. Continua il giro verso i tasti di funzione. Ma l'illuminato dell'ultima porzione di tastiera e', guarda caso, l'Esc. Si, va bene, la smetto. Esc.<br /><br /><img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2010/08/rondini.jpg&#8221; style=”width: 313px; height: 324px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” /><br />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a

  1. Morfea77 ha detto:

    certe persone passano inosservate ai nostri occhi, quando invece dovremmo guardare meglo e a fondo…

  2. sysjena ha detto:

    MORFEA. Spesso, troppo spesso, non abbiamo occhi per l'attorno…:-)*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...