<strong><span style=”color: rgb(255, 0, 0);”>DELIRIO DEL VENERDI</span></strong><br />
Strana questa moltitudine di pensieri nella notte chiusa ed inimmaginata. Chiss&agrave; come, sono nella vecchia casa, la nostra prima casa, che poi &egrave; meno vecchia di quella di oggi. Avverto un senso di ritorno, e vado in soggiorno a tirare su le tapparelle, che sono anni che non lo fa nessuno. Dietro il vetro vedo scorrere centinaia di nidi di vespa, grigi sul verdognolo della serranda, e le vespe che si agitano scomposte, e chiss&agrave; come vengono anche all'interno della casa, come se passassero attraverso il vetro. Il mio &quot;tirare su&quot; non si conclude con l'arrotolamento in alto, ma &egrave; come se innalzassi le tapparelle in cielo. Devo dirlo a mia moglie, delle vespe, che lei &egrave; allergica. Le vespe, anche quelle dentro, mi ignorano. E poi d'improvviso devo parcheggiare. Addocchio il mio posto ideale ed entro nel parcheggio, ma per un qualche mistero dinamico, mi allontano dal posto addocchiato e mi ritrovo pi&ugrave; all'interno, e fatico a scegliere. Eppure c'e' solo una macchina parcheggiata, con una coppia che mi guarda. Penso che mi ritengano un imbranato, e la cosa mi da noia, ma le braccia sono pesanti ed anche le ruote rispondono relativamente. Mi decido, ed entro nel posto, tra le righe bianche. E' un posto che ha la parte terminale in salita e che finisce con un muro. Prendo lo slancio e mi appoggio con il muso, per un attimo, al muro. Non mi importa, non ho il culto dell'auto perfetta, e questo anche nel mondo reale. Mi stacco quel che basta, e fermo la macchina. Poi non mi ricordo altro.<br />
<br />
<img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2010/10/sleeping-bear.jpg&#8221; style=”width: 375px; height: 300px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” /><br />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a

  1. anonimo ha detto:

      ...tutte le sere ho un senso di ritorno ed il passato come sempre fa capolino ed i ricordi, qualunque essi siano mi danno tanta serenità… e mi tornano alla mente sempre le parole di un caro "amico": "ricordati che la mente e' uno strumento straordinario. Se mescoli ricordo e sogno puoi avere quello che ti pare…certo…niente che si tocchi con mano…
    Baci Cucciolotta

  2. biondograno ha detto:

    ..io ne faccio di sogni pesanti, strani e indecifrabili…

    ma pure l'orso!!!!

    un sorriso e buon finesettimana,
    mangia più leggero, a volte a me serve!!!

    a volte…

    m.

  3. SemifreddoalCaffe ha detto:

    eh! leggendoti mi sento meglio…
    Freud avrebbe più da analizzare in te che in me!

    ehhhh!

  4. Scic ha detto:

    delisogno

  5. mezzastrega ha detto:

    e magari questo fine settimana lungo ha portato sonni con sogni discreti e rilassanti…

    forse era solo bisogno di riposo, di stacco dalle preoccupazioni, di isolamento….

  6. sysjena ha detto:

    E. I sogni sono la nostra salvezza…"checchesenedica"….;-)))***
    MONIC. Non sono stati sogni disturbanti..era tutto molto tranquillo…molto ineluttabile….:-)))***
    CASSANDRA. Non lo so…certo con me ne avrebbe un bel po'…;-)))***
    SCIC. :-)))
    1/2STRE. Ma sai che ogni tanto ci penso….ad andare via in qualche paese straniero e ricominciare tutto ? Ma per me tra pensiero ed azione spesso c'e' un abisso….;-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...