Cosa ci rimane ? Assisto, oramai senza stupore, allo squallido spettacolo della politica italiana contemporanea. Quando la passione si fa mestiere, ecco quali sono i risultati. L'impressione palpabile &egrave; che si stia disputando pi&ugrave; sul piano personale che su quello del bene del paese. Si contrappongono le persone e non le idee. Ma &egrave; il vuoto abissale che genera sconforto, vuoto che mi fa faticare nella ricerca di una qualche forma di rappresentanza. L'etica &egrave; a spasso da un pezzo, e chi trionfa &egrave; una volgarit&agrave; di modi e di pensieri che non ha uguali nemmeno allo scarico merci di un porto malfamato. E non si parla di altro, sacrificando cultura, informazione, per concentrarsi su questo coacervo di volgarit&agrave; gratuite che fuoriescono da bocche che ci spacciano per autorevoli. Ed intanto, nascosti da questo sconcio, lentamente vengono erosi i diritti fondamentali dell'individuo, quali lo studio, il lavoro, la dignit&agrave;. Cosa ci rimane ? Forse un moto di ribellione, trovare un modo che dia un segnale forte di rottura con un sistema che non riconosco. Ma poi ragiono un attimo, e mi rendo conto che alla maggior parte della gente questa situazione va bene. Forse sono io il diverso. Non posso imporre il mio punto di vista. Eppure….basterebbe che la gente ricominciasse a pensare, niente altro, a pensare con la propria testa.<br />
<br />
<img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2010/12/charles-schulz-peanuts-think-big.jpg&#8221; style=”width: 358px; height: 450px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

8 risposte a

  1. cumino ha detto:

    Sono anch'io diversa e la penso come te. Se tutti i diversi si mettessero insieme e gridassero all'Italia che così non va bene, non ci va bene… Nel mio piccolo ne parlo con gli amici, i conoscenti, con chi posso. Resistenza civile. Servirà?

  2. Barba ha detto:

    Pensare con la propria testa? E' un esercizio molto, molto impegnativo. Lo fa solo qualche "diverso" che trova la forza di rifutare un mondo fatto di immagini prima, e più, che di contenuti.

  3. BloodOfPandora ha detto:

    . . .

    io sono in lutto

  4. mata63 ha detto:

    Sperare che qualcuno pensi, è'come chiedere la luna…

  5. timeline ha detto:

    Sottoscrivo ogni parola.
    L'Italia muore…ogni giorno un po'.
    Oggi ho ascoltato in diretta su rainews il dibattito e il voto: una cosa surreale e senza senso per certi versi.
    Dice bene Cumino, bisogna sostenere la resistenza civile, parlare a chi abbiamo vicino, a chi condivide la nostra quitidianità…con strenua pazienza e senza perdere la calma quando vorremmo schiaffeggiare chi non comprende – a me succede sempre più spesso -.
    Il pensare è qualcosa ancora di pochi…e lo dico con profonda amarezza.

    lu

  6. Scic ha detto:

    politicalcio

  7. Barba ha detto:

    La cosa che più mi indigna e che prima, quando era balenata la possibilità di far fuori Berlusconi, molti se ne sopno andati dal Pdl. Ora che Berlusconi bene o male è ancora in sella, parte degli stessi sono pronti a tornare a Canossa. Al facciabronzismo non c'è proprio fine.

  8. qualquna ha detto:

    finche ci sono i "soliti ignoti" non cambierà nulla,
    ci vogliono volti nuovi, giovani, con idee chiare…
    se continua cosi vedo nero
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...