Archivi del mese: febbraio 2011

Piove, piove molto. Un inverno decisamente bagnato. Il leggero suono della pioggia accompagna questi giorni che talvolta mi sembrano indistinguibili da altri andati. Eppure sorrido al ripristino di abitudini, che accantonate da tempo, si sono svestite del loro alone di … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 9 commenti

<span style=”color: rgb(255, 0, 0);”><strong>DELIRIO DEL VENERDI</strong></span><br /> La ruota libera rotola verso parti del pensiero che si tenta di non occultare. I desideri sono tanti. Per quasi tutti c'&egrave; da aspettare, ma l'attesa non sempre &egrave; meglio del fatto. … Continua a leggere

Pubblicato in delirio | 3 commenti

La rabbia brucia rapida, e poi lascia il terreno caldo, ed un malinconico filo di fumo. Sembra infinito il tempo affinch&egrave; quel fumo si dissolva.<br /> <br /> <img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2011/02/p_posteriore.jpg&#8221; style=”width: 400px; height: 304px; margin: 0pt auto 10px; display: … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Il periodo &egrave; morbido. La morbidezza ha tante sfumature, e non necessariamente tutte positive. La ni&ntilde;a mala di Vargas Llosa non l'apprezza granch&egrave;, perch&egrave; nella morbidezza ci si adagia. Eppure talvolta pu&ograve; essere medicamentosa, una specie di convalescenza in attesa … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 4 commenti

Ho una bella &quot;P&quot; sul lunotto dell'auto. Da qualche mese faccio guidare Miki. Mi preferisce a sua madre, che dice sia troppo isterica nell'occupazione di istruttore di guida. Io rimango calmo, ma le prime volte non vi nego che avevo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 10 commenti

<strong><span style=”color: rgb(255, 0, 0);”>DELIRIO DEL VENERDI</span></strong><br /> Enocianina sulle mani, e malgrado il limone sono rimaste un po' blu. Da sempre dico che quando imbottiglio dovrei mettermi i guanti di lattice, ma poi non lo faccio mai. Se li … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

Poi, alla fine, si rimane con se stessi. L'importante &egrave; sopportarsi, riconoscersi i limiti, ma senza acredine, con almeno l'intento di superarli. Capita di espandersi davanti ad una bella idea, e poi accartocciarsi nel momento in cui l'idea si arena. … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti