<strong><span style=”color: rgb(255, 0, 0);”>DELIRIO DEL VENERDI</span></strong><br />
Ho raccolto gli ultimi 3 grappoli di uva zibibbo. Meno buona dell'uva fragola bianca, ma quei grappoli sono frutto di una strenue resistenza. Ha faticato quella piantina a rendersi conto che l'aveva scampata, sottratta ai neon di uno scaffale di un ipermercato, dove la percentuale di decessi &egrave; quasi spaventosa. Certo la terra dov'&egrave; dimorata non &egrave; straordinaria, e la piccola piantina non ha gradito la sua argillosit&agrave;. Tra l'altro disfarsi della cera che le avevano spalmato sul minuscolo tronco per alcuni germogli &egrave; stato fatale. Ma i pi&ugrave; energici sono sbucati, mentre dita premurose con delicatezza provavano a togliere quell'impedimento. Nel primo anno si &egrave; accontentata di aprire qualche foglia frastagliata, per guardare dove si trovava. Non era male, c'era tanto verde. Il secondo anno &egrave; andata meglio. I rami hanno cominciato ad allungarsi, e poi non c'era pi&ugrave; quella fastidiosa cera. Ma non se l'&egrave; sentita ancora di fiorire. Le sue radici faticavano in quella terra che da incredibilmente pastosa diventava dura quasi come pietra. Ma &egrave; cresciuta, si &egrave; aggrappata alla rete l&igrave; affianco ed ha cominciato a vivere sul serio. Tra l'altro il nutrimento era costante, e sentiva che si stavano prendendo cura di lei. Il terzo anno si &egrave; sentita forte, ma soprattutto parte di quel luogo. Era un dato di fatto. Strani esseri che emettevano suoni incomprensibili sembravano indicarla ed aveva la sensazione che lo facessero con affetto. Si &egrave; sforzata con caparbia ed &egrave; fiorita. Quei minuscoli fiori si sono tramutati in minuscole palline verdi, e poi bevendo il sole si sono gonfiati di acqua e zucchero. Voleva donare quei grappoli a chi si era presa cura di lei, ma sono arrivati esseri pennuti e con protuberanze dure ed appuntite hanno cominciato a strapparle gli acini. &quot;No&quot; ha detto sconcertata, &quot;che fate?&quot;. Uno dei pennuti ha risposto. &quot;Ti portiamo in altri luoghi spargendo i tuoi semi ovunque&quot;. Ma stavano esagerando. Fortuna ha voluto che i curatori se ne accorgessero. Sistemarono delle piccole strisce lucenti che riverberavano il sole e spaventavano quei volatili. I suoi frutti maturarono e mani premurose li colsero. Tutti meno 3. Ed allora lei in quei tre grappoli mise tutta se stessa, e con il sole fece quegli acini dolci come il miele. Ed era solo l'inizio.<br />
<br />
<img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2011/09/uvazibibbo.jpg&#8221; style=”width: 280px; height: 181px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in delirio. Contrassegna il permalink.

10 risposte a

  1. Barba ha detto:

    uaooooo.. l'uva zibibbo! Le piante che io ho piantato lo scorso anno, in prevalenza croatina (bonarda) non hanno ancora dato frutti. Si spera per il prossimo anno. Intanto ho estirpato una quindicina di vecchie viti ormai alla fine ed ho creato il osto per impiantarne delle altre. La natura vuole pazienza.

  2. qualquna ha detto:

    che meraviglia, l'uva come frutta, che divenata un buon vino, e si prepara ottimi dolci (fatta di pasta di pane pieno di uva nera e ben zuccherato sopra, è una delizia!!!)
    cari saluti,
    buon fine settiamana!

  3. Ilviaggiofermo ha detto:

    Poesia!

    Molto sintinica.

  4. invivibile ha detto:

    io ancora niente….  son contento che sei tornato 🙂

  5. mezzastrega ha detto:

    con lo stallatico la terra diventa poco a poco meno argillosa, prova 🙂

    🙂

  6. Ilviaggiofermo ha detto:

    Sintonica.

    (L'emozione del primo commento)

  7. ioEilidh ha detto:

    la tenacia è una virtù basilare per sopravvivere…
    Buona settimana.

  8. sysjena ha detto:

    BARBA..ho una pianta di uva fragola bianca che ha prodotto uva fin dal primo anno…..e che uva…:-))))
    QUALQUNA. Buona settimana a te….:-))*
    ILVIAGGIO. :-)))
    INVI. Ed io sono contento di rivederti qui….:-)))
    BLUE. :-)***
    1/2STRE. Quanto ce ne vorrà per 27000 mq di terra ? ;-)))***
    IOE. Già, hai proprio ragione…:-)***

  9. mezzastrega ha detto:

    ci sono allevamenti che lo buttano 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...