<strong><span style=”color: rgb(255, 0, 0);”>DELIRIO DEL VENERDI</span></strong><br />
Umbratile scivolo tra sguardi che neppure mi sfiorano. Talvolta riesco ad essere invisibile e silenzioso come un gatto, ma forse capita spesso. Ci sono giorni in cui ricerco gli sguardi degli altri, ci sono giorni che li rifuggo. Ho il dono/maledizione di non patire la solitudine, tanto che penso potrei fare anche l'eremita. Ma non in una grotta. Mi basterebbe una casetta nel bosco, con il camino, tra gli alberi, con unica compagnia un po' di musica e tanti libri. Potrei andare una volta in settimana, a piedi, gi&ugrave; in paese a prendere la posta ed a fare la spesa. Raccogliere i funghi e le castagne, le more selvatiche ed i mirtilli. Non avere alcun pensiero se non quello dell'alba, ed al tramonto sedermi davanti al camino, con un libro sulle ginocchia, mentre riavvolgo il giorno andato catalogandone profumi e colori. Neppure la mia morte sarebbe un problema. Me ne andrei senza disturbare nessuno, e magari mi ritroverebbero dopo qualche mese, mummificato, e scriverebbero erroneamente della solitudine di un uomo, non supponendo che mi ci ero ficcato volontariamente. Sarebbe bello, a mio vedere, ma non bisognerebbe avere radici, non avere amori, affetti, legami, intese. Ed io ce l'ho tutto questo, ed allora forse sono fortunato. Per&ograve; talvolta sento la necessit&agrave; di essere umbratile, che bel termine, raccoglie l'essenza di quello stare. E quando sono umbratile, quella casetta &egrave; veramente meravigliosa.<br />
<br />
<img alt=”” src=”https://sysjena.files.wordpress.com/2011/10/d14d44d1d83457c4467a4afa0d4d2f3b_medium.png&#8221; style=”width: 480px; height: 318px; margin: 0pt auto 10px; display: block; text-align: center;” /><br />
<br />
<br />

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a

  1. Ilviaggiofermo ha detto:

    Capisco ogni parola dettata dallo stato che descrivi, e se ci penso e vado allo stato e capisco anche quello.
    Con la differenza che soffro la solitudine solo quando sono in mezzo alla gente che non mi da nulla e che mi sento ricco quando sono solo o con le persone che amo.

    Si, la casetta è davvero meravigliosa.

  2. SemifreddoalCaffe ha detto:

    eh già…
    una casetta davvero meravigliosa…

    sono giorni un pò così, che vanno vissuti… io me li vivrei su una spiaggia…
    un pò come ho fatto oggi… da sola… libro in borsa, diario su cui lasciare i pensieri… e si va nel vento così…

  3. timeline ha detto:

    umbratile
    una parola che amo profondamente
    e che mi somiglia

    molto

    .

    Blue

  4. sysjena ha detto:

    ILVIAGGIO. Non c'è la differenza, che quello che dici capita anche a me….:-))
    CASSANDRA. Per me è un bisogno fisico lo stare solo ogni tanto, mi basta poco, ma non potrei vivere senza.
    BLUE. Quando è comparsa ho pensato a te, lo sapevo che ti piaceva…:-)))

  5. qualquna ha detto:

    devo fare la ricerca cosa significa "umbratile" e dare senso alle tue parole,  ..io adoro la solitudine, quando posso stare sola trovo me stessa e la faccio conoscenza…a morire vorrei partire sola a punta di piedi
     

  6. ioEilidh ha detto:

    Da piccola sognavo una casa nel tronco di una sequoia però mi
    accontenterei anche della tua casetta…;-)))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...