DELIRIO DEL VENERDI
Mi rimane l’odore di gasolio sulle mani, che sia mai che mi metto i guanti per fare anche benzina, dopo essere costretto a metterli nel reparto ortofrutta del supermercato. Sono a metà senza tatto, ed ho sempre pensato che se tocco a mani nude un cocco, od un ananas, non ci sia chi mi accusi di violare l’igiene, a meno che non ami cibarsi di bucce. Ma è un discorso di parte ed opinabile. Oggi, assieme al gasolio, ho incontrato un vecchio amico. Ci conoscevamo dai tempi della prima radio libera di Correggio, quella che poi è diventata famosa in un film rinominata “Radio Freccia”. Eravamo anche amici di Luciano. Lui molto più di me, tanto che portava in giro per le altre radio libere il suo primo disco. Abbiamo anche lavorato assieme alla Coop, come commessi, prima che io fossi trasferito al CED. Fatto è che quel portare in giro i dischi è stata la fortuna di Luciano, ma anche la sua, di Claudio. Non ci vedevamo da molti lustri, e ci siamo salutati con calore. Poi una volta congedati lui è montato sulla sua Mercedes infinita, perchè da anni è il general manager di Luciano, oltre ad essere il suo produttore esecutivo. Nel darmi la mano ho rivisto il Claudio di un tempo, perchè come tanti anni fa, ha dovuto vuotarla quella mano. Ha sempre avuto le mani piene di cose che doveva appoggiare da qualche parte. Chiavi, portafoglio, appunti, gomme da masticare, caramelle. Ho sorriso. Ed ho pensato che spesso il nostro destino è legato a piccole cose, come alla tenacia di proporre qualche cosa in cui si crede. A volte funziona, perchè abbandonare le speranze ?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in delirio. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. anonimo ha detto:

    il bello di ciò che scrivi è che non traspare nessun tipo di invidia o "rosicamento" bravo!
    …e non dimenticarti di mettere i guanti quando digiti sulla tastiera!
    bacibà

  2. ioEilidh ha detto:

    è bello ritrovare intatti sentimenti di un tempo passato…

  3. Scic ha detto:

    be'. hai perfettamente ragione. onore ai tenaci.

  4. sysjena ha detto:

    EZRAZ. Ma se non faccio che annusarmi le dita per ritrovare l'odore di quello che ho toccato (peggio di un bambino…) ;-)))**
    IOE. Non so quanto fossero sentimenti e quanto semplice cortesia, davvero, non lo so…:-)))***
    SCIC. Forse la mia è solo invidia….per la tenacia…intendo…:-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...