cercasi disperatamente quadrifoglio

Stamattina la neve, abbondante. Le strade bianche, la partenza anticipata, la percorrenza prolungata. Ma ci sta, capita. Accendo il PC al lavoro, che si è spento autonomamente durante la notte, e mi segnala un errore su una DLL, windows xp non parte. Le provo tutte per copiare quella dll, alla fine ci riesco ma non c’è niente da fare. Decido di reinstallare senza formattare per non perdere i dati. Sarà una cosa lunga. Verso le 13 scrivo un sms, per chi non lo sa per me il cellulare è un optional. Mi arriva la risposta, ma non riesco a leggerla, perchè non funziona più alcun tasto. Spengo e riaccendo, e mi compaiono una serie di errori software, l’ultimo dei quali me lo da su una applicazione dal preoccupante nome di “main”. Rispengo e riaccendo. Si accende ma solo quello fa. Tolgo batteria, sim, scheda di memoria. Niente. Defunto. Che sfiga, penso, anche il cell. Ma cosa posso fare. Il PC macina l’installazione e la scrivania l’ho già messa in ordine (ho buttato via delle carte del 2003). Mi ricordo dell’e-book che ho nello zainetto. Potrei leggere qualche cosa. Mi ricordo che è scarico. Lo collego all’USB, ma il led non diventa verde, passa all’arancio e poi nuovamente al rosso. Aspetto che si carichi un po’, poi riprovo. Il led diviene verde ma l’LCD, lo schermo per intenderci, è andato, sapete, con quei bei disegni regolari e geometrici. Lo ripongo nello zainetto e cerco un prete per farmi benedire. Naturalmente gli terrò nascosto il fatto di essere ateo. Niente. Con la neve non esce nessuno. Bene, mi dico. La giornata perfetta. Spero davvero di avere esaurito le sfighe in un botto solo. Però devo ancora tornare a casa, e quello si che sarà divertente. Speriamo che la macchina si metta in moto. Quasi quasi domani non mi alzo. Se ci arrivo a casa…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pensieri. Contrassegna il permalink.

15 risposte a cercasi disperatamente quadrifoglio

  1. semifreddoalcaffe ha detto:

    oh Andrè… a me hanno regalato una piantina di quadrifoglio per Natale… ed io che pensavo che questo era barare… ma sembra di no! te ne mando uno?

  2. blue ha detto:

    ….suvvia, la tecnologia, anche la più sofisticata alla fin fine può “rompersi”…certo che magari una cosa alla volta sarebbe meglio…

    forza che domani è un altro giorno

    [qui ora nevica che diolamanda .)))]

  3. barbaincampagna ha detto:

    La fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo e quando colpisce….apriti cielo. Per quanto attiene i quadrifogli io non li vedo nemmeno se hanno una bandierina colorata. E’ venuto un mio secondo cugino dalla Francia e mentre stavamo mangiando in giardino, senza nemmeno alzare il culo dalla sedia ne ha trovati tre.

  4. barbaincampagna ha detto:

    Questa l’ho scoperta or ora e penso che ben si adatti alla bisogna: Quando uno el nase sfigà, el va col cul partera ancha se le sentà.

  5. ezraz751 ha detto:

    giornata nera? fatti un bianchino!!!
    salut

  6. Paolopaoli ha detto:

    Ha ha ha… scusa ma è un post un po’ comico.
    Sei arrivato a casa?

  7. capelloalvento ha detto:

    Per una attimo ho temuto di averti perso… e invece ricompari, tra la neve… che sia tu un quadrifoglio? 🙂 Anche io son stata destabilizzata dal trasloco di blog, mi sento smarrita e confusa in un nuovo palazzo dove non conosco i vicini di casa e non ho ancora i recapiti dei vecchi, anche loro trasferiti chissà dove… Ma la vita continua con nuove avventure… e nuovi post!!! Benritrovato!!! Dany

  8. sysjena ha detto:

    CASSY. Direi di si….ieri sera sono anche andato a sbattere su un mucchio di neve in una rotonda. Niente di grave…ho fatto retromarcia e sono ripartito, neanche tanta paura, andavo piano. Solo l’autostima ne ha risentito. Non mi era mai capitato…:-)))**
    BLUE. Oggi sono a csa…non è successo niente di grave…;-))))**
    BARBA. Penso che ci siano persone più sfortunate di altre. L’importante è non crederlo…;-))))
    EZRAZ. L’alcool può aiutare….;-))**
    SCIC. Si, sano e salvo, ma molto lentamente e dopo qualche vicissitudine (leggi risposta a Cassy). E comunque le risate sono permesse, anzi, obbligatorie !! Ridevo anche io…..
    DANI. Se dovessi smettere penso che farei in modo di salutare tutti e trovare qualche modo di contatto. Non mi piace sparire, e non mi piace neanche chi sparisce…..;-))**

  9. allegra ha detto:

    eh lo immagino..l’altr’anno sono tornata a casa a piedi ! Spero che il peggio sia per voi passato:-) io sfamo uccelli e merli sul terrazzo (stamani ne ho contati 37 a far colazione ..)col disappunto dei miei gatti di qua dal vetro . Vado a lavorare a piedi (ma la distanza me lo consente) e mi godo l’aria pungente. La felicità è anche riempirsi i polmoni di aria fresca e bisogna ricordarselo. baci

    Replica

    Lascia un Commento

    Enter your comment here…

    Fill in your details below or click an icon to log in:

    Avvisami via e-mail della presenza di nuovi commenti a questo articolo

    Blog su WordPress.com. | Theme: Wu Wei by Jeff Ngan.

    Back to the top

    🙂

  10. biondograno ha detto:

    ..in fondo c’è una grande ironia, l’hai messa in ogni frase, in ogni senso… e leggerti fa sorridere, son certa che a casa ci sei arrivato sano e salvo.

    un abbraccio..

    m.

  11. dreca ha detto:

    io aspettavo una tua risposta… 🙂

  12. sysjena ha detto:

    MONIC. Sano, sano. Anzi…ieri ho spalato per 4 ore, più sano di così…;-))*
    DRECA. Mi sono perso qualche cosa? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...