…dopo l’esperimento…

Vi siete mai fermati a pensare allo stato della vostra vita? Intendo fermati sul serio, isolandovi per un attimo da qualunque interferenza esterna, ragionando su quello che siete, su quello che fate e su quello che sarete e farete? Io lo faccio di rado, perchè quando lo faccio vacillo violentemente, la testa mi gira, ed ho l’impressione di essere in un vortice. Ne esco sempre un po’ ammaccato e con l’idea che non dovrei farlo più. Ma alla fine è come la lingua sul dente che duole. Batte sempre lì, come attratta. Così mi capita di ripetere l’esperimento, con la vana speranza di scovare qualche fatto nuovo, qualche punto di vista diverso. E’ che ho l’impressione che vada sempre peggio, un po’ come al fiammifero che si consuma, che ogni volta che si interroga si trova sempre più vicino a spegnersi. E in effetti siamo come dei fiammiferi. C’è chi brucia in un attimo, chi perde lo zolfo e neanche si accende, e chi arriva a scottare le dita per manifestare la sua presenza. E’ che mi pare tutta una grande fregatura, la vita intendo. E ne sono consapevole dopo l’esperimento, anche se tendo a dimenticare presto, come tutti. Siamo attori secondari di una grande fiction che cerca di esaltare i momenti felici e minimizzare le difficoltà. A volte mi chiedo qual’è il mio compito, che cerco di eseguire con dignità, ma che mi sfugge. Vivo giorno per giorno ma in prospettiva di cosa? Di arrivare a dimenticarmi il nome di quello che mi parla, od a perdermi perchè non ricordo più chi sono? Lo so, penserete che è un post pessimista e negativo, ma noi siamo già bravi a dimenticare, lo siamo tutti. Io lo sto già facendo, sono ripartito e mi nutro dell’illusione che mi propinano. Tra qualche secondo lo farete anche voi. Ci prepariamo per quando sarà routine, dimenticare, chissà che in fondo non sia un bene. Certo che quando Mark Twain diceva che bisognerebbe nascere ad 80 anni e poi via via ringiovanire fino a 18, aveva ragione da vendere.

Mark Twain

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in pensieri. Contrassegna il permalink.

11 risposte a …dopo l’esperimento…

  1. Paolopaoli ha detto:

    Benedetto post ma ti maledico. 🙂 Cambiamo argomento, stanotte voglio dormire.

  2. ezraz751 ha detto:

    maremma majala, ma quanto ci ha ragione!!!
    sai che adesso saremmo di nuovo adolescenti???

  3. iltrenoavapore ha detto:

    Vi siete mai fermati a pensare allo stato della vostra vita?

    purtroppo sì, pare sia faccenda tanto inevitabile quanto inutile.
    saluto

  4. dreca ha detto:

    altro che ragione da vendere…sarebbe divenuto miliardario…

  5. blue ha detto:

    mi sono fermata, mi fermo spesso
    e quel che vedo non mi piace

  6. eilidh ha detto:

    Vedo che c’è molto pessimismo in giro…Comunque io sono convinta che ogni cosa abbia un senso, il fatto che tutto abbia un termine non toglie nulla alla bellezza di un fiore o di un
    tramonto o ai sentimenti e alle emozioni provate…
    Detto da me che vedo sempre il bicchiere mezzo vuoto è un evento! :-)))
    Un abbraccio.

  7. barbaincampagna ha detto:

    Si certo ogni tanto tutti noi ci fermiamo a chiederci che senso ha la nostra vita. Qualche volta verrebbe la voglia di prenderla a calci ma poi, con un pò di realismo, mi fermo a pensare che in fondo i pochi attimi di vera ed intensa felicità che ho provato mi hanno abbondantemente ripagato di tutte le cose che mi opprimono. E quando penso a quelle che mi opprimono riesco a capire che, in fondo, c’è di peggio. Di molto peggio. Non sono un rassegnato, anzi sono convinto che prima o poi qualche attimo di felicità immensa il destino me lo regalerà ancora.

  8. sysjena ha detto:

    SCIC. …di quale post parli?…ah…questo?…dimenticato…;-)))
    EZRAZ. Bè dai…quasi adolescenti…;-)))*
    ILTRENO. Benvenuto….non sono convinto che tutti gli essere senzienti lo facciano…e sull’inutilità…forse hai ragione, ma certo esserne consapevoli può portare a cambiare atteggiamento…logicamente secondo me…:-)
    DRECA. Ah, se avesse inventato il metodo…di sicuro….:-)
    BLUE. Penso che sia naturale….se non fossimo un po’ insoddisfatti non continueremo a cercare di meglio…:-)*
    IOE. Sai, non so se sia pessimismo o realismo, logicamente dal mio punto di vista. Ma se ci pensi ci siamo rassegnati a vivere di attimi felici, anzi, ambiamo a quelli. Ma è una cosa che anche ci nascondiamo, ed è giusto nasconderselo. :-)*
    BARBA. Ne sono convinto Barba, tu hai lo spirito giusto e secondo me sei anche nella situazione giusta. Ma immagina che tutto quello che adesso ti rende felice lo hai avuto comunque tardi, che forse se fosse diverso l’avresti potuto avere da subito. Lo so, mi sto ingarbugliando…;-)

  9. semifreddoalcaffe ha detto:

    e che dire?
    mi analizzo costantemente…
    e costantemente riparto da zero…
    non ci capisco più niente… questo andare e venire da me mi fa perdere la strada!
    (oh questo era un commento degno di un delirio del venerdì…)

  10. mezzastrega ha detto:

    😀
    io ho trovato il metodo: vado a rovescio!
    Negli ultimi due anni ho fatto cose che avrei dovuto fare da adolescente e poi mi sono iscritta all’università 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...